Pyco al Festival del Web Marketing – Parte 2

Home » Pyco al Festival del Web Marketing – Parte 2

Pyco al Festival del Web Marketing – Parte 2

Continua il racconto della nostra giornata al Festival del Web Marketing del 04/07 a Roma presso l’Hotel Melià.

12:15 – 12:45Maurizio Ceravolo – Sala Social Network

“Usare Google+ Ripples per trovare target e influencer di un settore”

Maurizio Ceravolo ha presentato Google+ Ripples – Eco.

“Google+ Eco crea un grafico interattivo delle condivisioni pubbliche di qualsiasi post o URL pubblico su Google+, che ne mostra la diffusione attraverso la rete e che ti aiuta a scoprire nuove persone interessanti da seguire.”

Durante il suo intervento ha illustrato una serie di interessanti statistiche, relative al mondo del web marketing.

Le analisi effettuate hanno portato a due affermazioni:

“Il valore del +1 non è identificabile del gradimento dell’utente”

“Facebook è virale. Google+ è batterico.”

 

15:30 – 16:00 – Valerio Notarfrancesco – Sala Aspetto e Contenuti

“Da SEO a SEO: come usare in pratica il Content Marketing

Notarfrancesco  ha focalizzato l’attenzione sui contenuti, segnalando quali strategie adottare per ottenere risultati soddisfacenti.

La prima parentesi riguarda i contenuti interattivi:

–          Cataloghi sfogliabili

–          Pagine interattive

–          Configuratori prodotto

Altro elemento interessante è l’ottimizzazione dei PDF. I contenuti in PDF possono essere ottimizzati curando title, description e tag alt dell’immagine. Un accorgimento semplice che può garantire informazioni importanti per l’utente.

Nella parte finale, il docente ha messo in evidenza come la creazione di link di ritorno sia possibile attraverso interazioni su Forum, chiarendo come anche le citazioni abbiano un valore rilevante in termini di posizionamento.

Ultimo passaggio sulla qualità del testo presente nelle infografiche che svolge un ruolo determinante.

 

16:05 – 16:35 – Achille Falzone – Sala SEO

Negative SEO? Non si può prevenire. Ma si può curare”

Dalle 16 alle 16.35 abbiamo ascoltato l’intervento di Achille Falzone. Tra i diversi argomenti affrontati, l’approfondimento sulla Negative SEO riteniamo sia stato tra i più importanti e sorprendenti da un certo punto di vista.

Oggi si sta diffondendo un nuovo pericolo per i SEO e allo stesso tempo sta nascendo una nuova professione.
La Negative SEO si riferisce a quelle azioni che vengono adottate da un “SEO” per distruggere il posizionamento di un competitors.
Falzone ha segnalato un aumento esponenziale del fenomeno ed ha illustrato, in modo chiaro e preciso, quali sono le attività da svolgere per difendersi da questi attacchi.

Tra le azioni utilizzate per penalizzare la concorrenza citiamo il Google Bowling, ovvero l’invio di link di bassa qualità diretti verso i competitors.

Attraverso gli strumenti a disposizione, Majestic SEO, WMT, Open site explorer , ect.., sarà possibile individuare i link dannosi e inviare la segnalazione a Google.

Il processo di “pulizia” può protrarsi a lungo, ma risulta doveroso per chi vuole difendere il suo posizionamento.

“Nei prossimi anni dovremo fare attenzione alla Negative SEO”

 

16:40 – 17:10 – Angelo Marolla – Sala Advertising

“Facebook ADS: una marcia in più e un occhio al Power Editor”

Festival Web Marketing, RomaMarolla ha presentato l’advertising su Facebook, chiarendo alcuni vantaggi legati all’utilizzo del Power Editor.

Dal suo intervento si evince come i numerosi vantaggi del Power Editor siano oggi un semplice ricordo. Moltissimi strumenti sono stati implementati su Facebook Ads, il PE risulta ancora importante per chi fosse interessato a conoscere tutti gli aggiornamenti dell’advertising e per chi si trova a gestire inserzioni di massa.

“Power Editor per le inserzioni di massa”

 

17:15 – 17:45 – Gianpaolo Lorusso – Sala Advertising

“Misurare il grado di ottimizzazione di un account AdWords non è difficile (se sai come fare)”

Nell’ultima lezione abbiamo ascoltato l’intervento di Lorusso su Google AdWords. AdWords è una piattaforma dal grande potenziale, ma allo stesso tempo molto complessa.

Il docente ha focalizzato il suo discorso sui criteri di valutazione.

Efficienza, raggiungere il minor pezzo per clic

Efficacia, tracciare le conversioni

Copertura, ottenere il massimo numero di contatti

Opportunità inespresse

Tra i consigli per ottimizzare una campagna troviamo la limitazione di zone geografiche, con esclusione delle località meno performanti, utilizzo estensioni, remarketing e retargeting, attivazione corrispondenze inverse, CPC maggiore per chiavi con P/Q superiore a 6/10.

“Escludere zone geografiche meno performanti””

 

Vuoi avere tutte le informazioni sul Web Marketing ?

Segui i nostri aggiornamenti!

Hai trovato utile questo articolo ? Condividilo su Facebook, Twitter e Google + !

By | 2014-07-14T10:57:48+00:00 luglio 11th, 2014|News|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment